[ Non Si Scusa l’Errore Per La Gestione Dei Rifiuti ]

RESPONSABILITA’ per la Gestione dei Rifiuti Bentornati  :)

Oggi analizziamo insieme una parte davvero IMPORTANTE del Codice dell’Ambiente.

Sì, sono certo che presterete grande ATTENZIONE in merito…

Perché?!

In questo articolo parleremo di RESPONSABILITA’.

Ricorderete di sicuro il principio comunitario:

« Chi inquina paga »

In campo ambientale, però, uno dei tanti problemi più dibattuti – anche in seguito all’introduzione dei Reati Ambientali all’interno del D.Lgs n. 231/01 – è sicuramente quello concernente le RESPONSABILITÀ: emblematico, a tale riguardo, è il caso del proprietario non colpevole dell’inquinamento (destinatario dei provvedimenti delle autorità semplicemente sulla base del criterio dominicale) e di tutti quei soggetti che, di volta in volta, sono stati chiamati a rispondere per colpe altrui (la giurisprudenza, a mero titolo esemplificativo, si è occupata della posizione del curatore fallimentare; del locatore; dei comproprietari).

 

Ma cosa ci dice il Codice dell’Ambiente sulle RESPONSABILITA’ per la Gestione dei Rifiuti ?

La Gestione dei Rifiuti, definita come attività di pubblico interesse, DEVE essere attuata senza pericolo per la salute dell’uomo e senza usare procedimenti o metodi che potrebbero recare pregiudizio all’ambiente e, in particolare:

a) senza determinare rischi per l’acqua, l’aria, il suolo, nonché per la fauna e la flora;

b) senza causare inconvenienti da rumori o odori;

c) senza danneggiare il paesaggio e i siti di particolare interesse, tutelati in base alla normativa vigente.

Inoltre, sempre il Codice dell’Ambiente fissa un Ordine di Priorità di ciò che costituisce la MIGLIORE opzione ambientale per la Gestione dei Rifiuti in 5 punti:

  1. prevenzione
  2. preparazione per il riutilizzo
  3. riciclaggio
  4. recupero di altro tipo, per esempio recupero di energia
  5. smaltimento

Il produttore iniziale o altro detentore di rifiuti provvedono direttamente al loro trattamento, oppure li consegnano ad un intermediario, ad un commerciante, ad un ente o impresa che effettua le operazioni di trattamento dei rifiuti, o ad un soggetto pubblico o privato addetto alla raccolta dei rifiuti. Comunque sia, egli conserva la Responsabilità per l’intera catena di trattamento.

Al di fuori dei casi di concorso di persone nel fatto illecito e di quanto previsto dal Regolamento (CE) n.1013/2006, qualora il produttore iniziale, il produttore e il detentore siano iscritti ed abbiano adempiuto agli obblighi del sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti (SISTRI), la Responsabilità di ciascuno di tali soggetti è limitata alla rispettiva sfera di competenza stabilita dal SISTRI.

Sì, lo so che per quanto sia tutto normato, la Gestione dei Rifiuti può risultarvi alquanto complessa, alla sua vastità si affiancano le difficoltà legislative ed interpretative !

Devi, però, sapere che la complessità normativa non scusa l’Errore !!!

Sì, insomma, la Legge non ammette ignoranza !

Ma quando l’Errore è scusabile?

 

Un punto d’incontro lo si può ritrovare in una recente Sentenza della Suprema Corte del 4 febbraio 2016, n. 4645. Trattando il Reato di Gestione ILLECITA di Rifiuti, l’Errore è scusabile solo quando sia determinato da un fattore positivo esterno, come il comportamento del legislatore o della P.A., che abbia indotto il colpevole a comportarsi in modo scorretto – ovviamente va poi provato che derivi effettivamente dal fattore esterno !

E tu cosa vuoi fare? Vuoi commettere Errori? Oppure vuoi differenziarti dalla massa e fornire un Servizio UNICO?

Vuoi fare degli Errori altrui il TUO PUNTO DI FORZA ??? Decisamente Sì !!!

Allora c’è solo una cosa che DEVI assolutamente fare, senza perdere ulteriore tempo:

DEVI DIVENTARE UN CONSULENTE TECNICO AMBIENTALE !

Solo così puoi diventare un Tecnico Specializzato nelle Tematiche Ambientali e darai la vera svolta alla tua CARRIERA!

Ora sto per darti una NOTIZIA SORPRENDENTE !!!

Sono lieto di comunicarti che non dovrai più aspettare, siamo pronti:

L’11 marzo 2016 inizia il nostro ESCLUSIVO Corso per Consulente Tecnico Ambientale!!!

So che lo aspettavi da tempo 😉

Compila SUBITO il form ->  http://www.consulentetecnicoambientale.com/category/formazione/

Perché DEVI farlo subito? Perché ti sto offrendo un’OPPORTUNITA’ UNICA!!!

È il PRIMO ed UNICO Corso per Consulente Tecnico Ambientale in Calabria!!!

È un evento accreditato dal CNI – (Evento 18344- 2016  – Ed. 1 – Provider CNI 144-2014 Training e Consulting – Crediti CNI 120) – e saranno riconosciuti ben 120 cfp agli ingegneri iscritti all’ordine che parteciperanno al corso.

Saranno riconosciuti inoltre 120 crediti anche ai geologi iscritti all’ordine che parteciperanno al corso.

L’evento è patrocinato da: Ordine Geologi della Calabria, Ordine Dottori Agronomi e Forestali di Cosenza, Ordine Periti Agrari e Periti agrari laureati di Cosenza, AICA – Associazione Italiana Consulenti Ambientali.

Fantastico, vero?! 😀

Ah! Quasi dimenticavo la cosa più IMPORTANTE : I POSTI SONO LIMITATI !!!

Fai un investimento SICURO, per la tua Formazione Professionale Certificata. Fai la differenza e qualificati come l’UNICO Tecnico Specializzato in discipline ambientali della tua zona.

Prima ti specializzi, prima accetti incarichi con tranquillità, prima guadagni 😉

Poi non dire che non ti avevo avvisato!!!

Ci vediamo al Corso! 😉

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *